Toda la Agricultura en Internet
[Portada] [Buscador]  Noticias Precios Agrícolas Cursos Instrumental Anuncios Clasificados Recomendar Infoagro

¿Dónde estoy? Portada DDOO e IIGGPP   Todas las denominaciones


Denominaciones de Origen e Indicaciones Geográficas protegidas

 
Productos de Italia


Productos de España

Productos de Portugal

Productos de Italia

Productos de Alemania

Productos de Brasil



  DDOO e IIGGPP de Vino
¿Falta alguna denominación?
Envíenos la información y la incluimos
Puede enviarnos cualquier información que desee incluir o comunicarnos cualquier corrección a la dirección:



O a nuestras oficinas:
Infoagro Systems, S.L.
C/Capitán Haya, 60, 3º, 28020, Madrid, España
. Tel. +34 902 11 79 29


Denominación de Origen
Torgiano Riserva DOCG

Consorzio di tutela vini di Torgiano
Via Mario Angeloni, 16, c.p. 06089 - Torgiano (PG), Italia

Tel.: +39 075/9886634

Fax: +39 075/9886650

Email: Contactar
Enviar email

 
Nombre
E-Mail
Teléfono
Comentario
¿Qué letra minúscula es esta?
Así comprobamos que no es un programa automatizado el que responde.



Web: www.consorziotutelavinitorgiano.it

Descripcion:

TORGIANO DOC

Questo territorio, il primo a ricevere la DOC in Umbria nel 1968, è stato anche il primo ad ottenere la DOCG nel ‘90. I suoi vini hanno sempre goduto di un’immagine eccellente, anche all’estero e sono dovunque degni ambasciatori dell’Umbria enologica, sia nelle tipologie base bianco e rosso, sia nelle diverse tipologie previste dal disciplinare di produzione (Merlot, Rosato, Chardonnay, Pinot Grigio, Riesling Italico, Cabernet Sauvignon, Pinot Nero, Spumante). Il Rosso Riserva DOCG, senz’altro il più prestigioso, è un vino ricco e complesso, adatto ad un lungo invecchiamento.

L’area di produzione di questa tipologia si trova alla confluenza del fiume Chiascio con il Tevere. Il nome Torgiano deriva da una contrazione di Torre di Giano, torre che si erge in questo delizioso borgo ancora intatto. Giano, secondo una leggenda, non sarebbe altri che il biblico Noè, fermatosi dopo il diluvio universale proprio sulla riva sinistra del Tevere. La coltivazione della vite, in questa zona, ha origini lontane, tanto che nell’antico stemma del Comune di Torgiano, accanto alla torre, campeggiano grappoli d’uva. In questi ultimi anni, tra l’altro, ha contribuito a diffondere la notorietà dei vini di Torgiano l’allestimento del Museo del Vino, tappa fondamentale del turismo enogastronomico del nostro territorio.

Il Torgiano Rosso, una delle tipologie principali della DOC, si accompagna a preparazioni di carni bianche salsate, carni rosse alla griglia e al forno aromatizzate con erbe, selvaggina da penna e formaggi erborinati. Viene servito in un calice a ballon, a 16-18 °C e può essere consumato fino a 6-8 anni dalla vendemmia.

Il Bianco si consuma con antipasti a base di molluschi e crostacei, minestre e piatti di pasta con sughi di pesce, pesci pregiati arrosto o al cartoccio e va servito con un calice svasato a 10-12°C.

 

CARATTERISTICHE

Aspetto del prodotto

Vino caratterizzato da un perlage fine e persistente, di colore paglierino più o meno intenso, di odore leggero e piacevolmente fruttato, di sapore secco e netto, elegante ed armonico con vago sentore di mela e biancospino.

Composizione ampelografica

Chardonnay fino al 50%

Pinot Nero fino al 50%

Possono concorrere alla produzione del vino le uve a bacca rossa e/o bianca, non aromatiche, idonee alla coltivazione per la provincia di Perugia, fino ad un massimo del 15%.

Zona di produzione

Intero territorio amministrativo del comune di Torgiano in provincia di Perugia.

Processo di produzione

  • COLTIVAZIONE: Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti devono essere quelle tradizionali della zona e comunque atte a conferire alle uve, ai mosti e ai vini derivati le specifiche caratteristiche di qualità.

Sono pertanto da considerarsi idonei tutti i vigneti di giacitura ed esposizione adatta i cui terreni siano compresi nel territorio amministrativo del comune di Torgiano in provincia di Perugia.

Sono esclusi i terreni alluvionali recenti ed umidi posti lungo il corso dei fiumi Tevere e Chiascio.

È vietata ogni pratica di forzatura.

È consentita l’irrigazione di soccorso.
I nuovi impianti e reimpianti devono essere realizzati con almeno 3000 viti per ettaro.

  • VINIFICAZIONE: Le operazioni di spumantizzazione dei mosti e/o del vino spumante devono avvenire con procedimento tradizionale (fermentazione in bottiglia) con durata non inferiore a due anni di permanenza sulle fecce nell’ambito del territorio della provincia di Perugia.
  • IMBOTTIGLIAMENTO:

 

Standard di prodotto

  • PERLAGE: fine e persistente
  • COLORE: paglierino più o meno intenso
  • ODORE: leggero e piacevolmente fruttato
  • SAPORE: secco e netto, elegante ed armonico con vago sentore di mela e biancospino
  • GRADAZIONE ALCOLICA: 11% vol.
  • ACIDITA' TOTALE MINIMA: 5,5 g/l
  • ESTRATTO SECCO NETTO MINIMO: 15 g/l.

 

VINO

La zona di produzione è quella dell'intero territorio del comune di Torgiano, in provincia di Perugia. Situata a Sud-Est di Perugia, è caratterizzata da colline non molto elevate, tra i 180 e i 300 metri di altezza. I terreni sono costituiti da argille sabbiose e calcaree su una base tufacea. Recentemente questa denominazione, che contava su un Bianco e un Rosso, è stata notevolmente ampliata e comprende oggi una nutrita serie di vini 'varietali', da vitigni vinificati pressoché in purezza, e uno spumante. Il pregiato Rosso Riserva è stato promosso al rango di DOCG.

Bianco di Torgiano
da uve Trebbiano dal 50 al 70%, Grechetto dal 15 al 40%; possono concorre altri vitigni bianchi raccomandati o autorizzati nella provincia fino ad un massimo del 15%. Ha colore giallo paglierino più o meno intenso, profumi vinosi, floreali e gradevoli; al gusto è asciutto, leggermente fruttato e piacevolmente acidulo. Da accompagnare ad antipasti di magro, minestra di farro, tagliolini agli scampi e pesce al forno.

Rosso di Torgiano
da uve Sangiovese al 50%, Canaiolo dal 15 al 30%, Trebbiano fino al 10%; possono correre altri vitigni rossi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. Dove avere un invecchiamento minimo di 13 mesi, di cui almeno 6 in bottiglia. Di colore rosso rubino, ha profumi vinosi e delicati; in bocca è asciutto, armonico, di giusto corpo. Accompagnatelo a fritture miste, porchetta perugina, coniglio alla cacciatora e formaggi saporiti.

Rosato di Torgiano
da uve Sangiovese al 50%, Canaiolo dal 15 al 30%, Trebbiano fino al 10%; possono concorrere altri vitigni rossi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. Ha colore rosa salmone tenue, profumi fruttati e al gusto è asciutto, fresco e vivace. Ottimo con antipasti caldi, omelette con formaggi e verdure, insaccati e minestre di legumi.

Chardonnay di Torgiano
Chardonnay per almeno l'85%; possono concorrere altri vitigni bianchi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. Ha colore pellegrino più o meno intenso e profumi caratteristici, intesi e gradevoli; al gusto è asciutto, fruttato e leggermente acidulo. Ottimo aperitivo, si accompagna ad antipasti freddi, pesce bollito e passatelli in brodo.

Pinot Grigio di Torgiano
Pinot grigio per almeno l'85%; possono concorrere altri vitigni bianchi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. Ha colore giallo paglierino più o meno intenso, odore fine e fruttato e gusto asciutto, fragrante, fresco. Si accompagna a verdure gratinate, pesce bollito, carni bianche alla griglia, formaggi cremosi.

Riesling Italico di Torgiano
Riesling italico per almeno l'85%; possono conoscere altri vitigni bianchi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. Ha colore giallo paglierino più o meno intenso, profumi delicatamente floreali, in bocca è gradevolmente acidulo e fruttato. Servitelo con antipasti magri, pesce bollito o al cartoccio, spaghetti con le vongole e formaggi freschi.

Cabernet Sauvignon di Torgiano
Cabernet Sauvignon per almeno l'855; possono concorrere altri vitigni rossi raccomandati o autorizzati nella provincia di fino a un massimo dell15%. Dove avere un invecchiamento minimo di 13 mesi, di cui almeno 6 in bottiglia. Ha colore rosso granata, profumi persistenti e tipici del vitigno e sapore asciutto con retrogusto caratteristico. Ideale con carni arrosto, risotti con ragù di carne e formaggi stagionali.

Pinot Nero di Torgiano
Pinot nero per realmente l'85; possono concorrere altri vitigni rossi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. Dove avere un invecchiamento minimo di 13 mesi, di cui almeno 6 in bottiglia. Ha colore rosso granata tendente al porpora, profumo pieno e persistente, tipico del vitigno, e al gusto è asciutto e di corpo. Accompagnatelo con carni bianche alla griglia, piccione arrosto e coniglio in umido.

Torgiano Spumante
Chardonnay dal 40 al 50% e Pinot nero dal 40 al 50%; possono concorrere altri vitigni bianchi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. Deve essere elaborato con il metodo classico e matura sulle facce per almeno 24 mesi. Ha perlage fine e persistente, colore paglierino più o meno intenso e profumi leggeri e piacevolmente fruttati. Al gusto è secco, elegante e armonico, con vago sentore di mela e biancospino. Ottimo come aperitivo, si accompagna a pesci bolliti e a primi piatti delicato.





Otras denominaciones de Vino de Italia







 


PORTADAContactoPublicidad
© Copyright Infoagro Systems, S.L.