Toda la Agricultura en Internet
[Portada] [Buscador]  Noticias Precios Agrícolas Cursos Instrumental Anuncios Clasificados Recomendar Infoagro

¿Dónde estoy? Portada DDOO e IIGGPP   Todas las denominaciones


Denominaciones de Origen e Indicaciones Geográficas protegidas

 
Productos de Italia


Productos de España

Productos de Portugal

Productos de Italia

Productos de Alemania

Productos de Brasil



  DDOO e IIGGPP de Vino
¿Falta alguna denominación?
Envíenos la información y la incluimos
Puede enviarnos cualquier información que desee incluir o comunicarnos cualquier corrección a la dirección:



O a nuestras oficinas:
Infoagro Systems, S.L.
C/Capitán Haya, 60, 3º, 28020, Madrid, España
. Tel. +34 902 11 79 29


Denominación de Origen
Morellino di Scansano DOCG

Consorzio Tutela Vino Morellino di Scansano
Via Marconi, 23, 58054 Scansano (GR), Italia

Tel.: +39 0564/507710

Fax: +39 0564/507710

Email: Contactar
Enviar email

 
Nombre
E-Mail
Teléfono
Comentario
¿Qué letra minúscula es esta?
Así comprobamos que no es un programa automatizado el que responde.



Web: www.consorziomorellino.it

Descripcion:

TERRITORIO, VITIGNO E TECNICHE DI COLTIVAZIONE: IL MORELLINO DI SCANSANO

Scansano e il suo territorio nell'Ottocento

Scansano e il suo territorio, agli inizi dell'Ottocento, avevano caratteristiche peculari che affondavano le loro radici, come si è visto, nelle particolari vicende storiche che risalivano alle origini etrusco romane. L'assetto territoriale, le particolari condizioni dell'area amiatino maremmana, così come la stessa struttura agraria non avevano favorito l'espansione della mezzadria, al contrario di gran parte della Toscana fin dal pieno Medioevo. La presenza di vaste aree boschive, la diffusione della piccola proprietà coltivatrice e delle grandi tenute determinarono, di conseguenza, gli stessi ordinamenti culturali e le tecniche di coltivazione. Tale assetto fu anche influenzato dalle peculiari condizioni del mercato e dalla mobilità di popolazione dovuta sia alla presenza di attività di estrazione mineraria fin dal XVI secolo, sia, nel corso dell'Ottocento, alla pratica dell'estatatura ufficializzata da Leopoldo II e protrattasi fino al 1897.

Una sommaria, eppure efficace, descrizione delle campagne della Comunità di Scansano è reperibile nella Monografia di Scansano conservata presso l'Archivio vescovile di Grosseto, databile intorno al 1820.

Sin dalla fine del Settecento, e per tutto il corso del secolo successivo, nel territorio di Scansano si verificò un costante incremento demografico, che già aveva esteso il borgo al di fuori dalla cinta muraria. Alla data del Censimento del 1841 la popolazione delle cinque parrocchie della Comunità - San Giovanni Battista a Scansano, San Biagio a Montorgiali, San Domenico a Murci, la Natività di Maria a Pancole, Santa Croce a Poggioferro e San Matteo Apostolo a Polveraia - era di 3612 persone, di cui 1658, suddivisi in 353 nuclei familiari, risiedevano a Scansano. Sebbene tale fenomeno si inquadri in una tendenza generale di tutta la regione, l'aumento della popolazione scansanese ebbe fattori circostanziati molt importanti, legati al ruolo particolarissimo di Scansano nel contesto della Maremma.

 

D.O.C.G.

Il vino MORELLINO DI SCANSANO presenta un colore rosso rubino intenso, tendente al granato con l’invecchiamento; all’olfatto deve essere intenso, fine, fresco, fruttato con sentori di frutti rossi, marasca, molto spesso prugna, etereo, può presentare sentore di legno; al gusto è secco, caldo, leggermente tannico, morbido con l’invecchiamento.
Il titolo alcolometrico volumico totale minimo di 12,50% vol per il Rosso e 13,00% vol per la Riserva che deve essere sottoposta ad un periodo di invecchiamento non inferiore a due anni, di cui almeno uno in botte di legno. Il periodo di invecchiamento decorre dal 1° gennaio successivo all'annata di produzione delle uve.
L’acidita' totale minima non deve essere inferiore a 4,50 g/l; l’estratto non riduttore minimo di 24,0 g/l per la tipologia Rosso e 26,0 g/l per la Riserva.

 

STORIA

Nel 1992 è stato fondato il Consorzio a tutela del vino Morellino di Scansano che può contare oggi su 26 aziende consorziate, oltre ai circa 150 soci produttori di uva D.O.C. che conferiscono le loro uve alla Cantina Cooperativa del Morellino di Scansano.

L'obiettivo del Consorzio è di dare un indirizzo alla politica vitivinicola del territorio, di garantire la qualità attraverso il disciplinare di produzione e di valorizzare il prodotto sul mercato.

Con il decreto del 28 dicembre 2000, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n° 18 del 23 gennaio 2001, al Consorzio è stato conferito l'incarico, da parte del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, "di svolgere le funzioni di tutela, di valorizzazione, di cura generale degli interessi relativi alla citata denominazione di origine, nonché di proposta e di consultazione nei confronti della pubblica amministrazione, ai sensi dell'art. 19, comma 1°, della legge 10 febbraio 1992, n° 164."

 

REGOLAMENTAZIONE

REGOLAMENTO INTERNO
(approvato dal Consiglio del 24/01/2001)

CAPITOLO I - DOVERI DEI CONSORZIATI
CAPITOLO II - CONTROLLI
CAPITOLO III - SANZIONI
CAPITOLO IV - TASSA DI AMMISSIONE E CONTRIBUTI ANNUALI
CAPITOLO V - MODALITA' PER LE VOTAZIONI

Il presente regolamento è stato redatto ad integrazione e completamento delle norme dello Statuto Sociale relative agli argomenti trattati.

 

STATUTO CONSORZIO A TUTELA MORELLINO DI SCANSANO

ART. 1 - COSTITUZIONE
ART. 2 - SEDE - DURATA
ART. 3- SCOPI

SOCI

ART. 4 - REQUISITI E MODALITÀ DI AMMISSIONE
ART. 5 - SOCI ONORARI
ART. 6 - OBBLIGHI E DIRITTI DEI CONSORZIATI
ART. 7 - SANZIONI
ART. 8 - PERDITA DELLA QUALITÀ DI CONSORZIATO
ART. 9 - RECESSO
ART. 10 - DECADENZA
ART. 11 - ESCLUSIONE
ART. 12 - ORGANI
ART. 13 - ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA
ART. 14 - MODALITÀ DI VOTO
ART. 15 - CONVOCAZIONE DELL'ASSEMBLEA
ART. 16 - CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
ART. 17 - CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
ART. 18 - PRESIDENTE DEL CONSORZIO
ART. 19 - COMITATI E COMMISSIONI TECNICHE
ART. 20 - COLLEGIO SINDACALE
ART. 21 - CLAUSOLA COMPROMISSORIA
ART. 22 - DIRETTORE / SEGRETARIO E PERSONALE DEL CONSORZIO
ART. 23 - REGOLAMENTI INTERNI
ART. 24 - FONDO CONSORTILE
ART. 25 - ESERCIZIO FINANZIARIO
ART. 26 - LIQUIDAZIONE
ART. 27 - MARCHIO CONSORTILE
ART. 28 - DISPOSIZIONI FINALI

 

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE
(G.U. Repubblica italiana n. 92 del 4 Aprile 1978 Decreto del presidente della Repubblica del 6 gennaio 1978 Denominazione di origine controllata del vino "Morellino di Scansano" Modificato dal D.m. 7 Gennaio 1997. Disciplinare di produzione)

ARTICOLO 1 - La denominazione di origine controllata
ARTICOLO 2 - Il vino '"Morellino di Scansano"
ARTICOLO 3 - Le uve destinate alla produzione
ARTICOLO 4 - Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti
ARTICOLO 5 - Le uve destinate alla vinificazione
ARTICOLO 6 - Caratteristiche organolettiche
ARTICOLO 7 - Gradazione alcolica
ARTICOLO 8 - Vietate qualificazioni aggiuntive
ARTICOLO 9 - Chiunque produce, vende, pone in vendita





Otras denominaciones de Vino de Italia







 


PORTADAContactoPublicidad
© Copyright Infoagro Systems, S.L.